Interno 5



Sinossi

Al 4′ piano di un palazzo primi ‘900, di un quartiere di Roma, abita Matteo, un tipo solitario
che ama starsene per conto suo, lontano da comitive rumorose e dalle banali abitudini dei
suoi coetanei. All’interno 5 c’è sempre un via vai di ragazzi che si trattengono sul
pianerottolo, il tempo necessario, per ricevere una bustina che passa di mano in mano in
maniera discreta. Matteo infatti, sotto le mentite spoglie di “bravo ragazzo”, è uno
spacciatore e sa sempre cosa offrire ai suoi clienti per rimetterli al mondo. Ma lapparenza
come sempre inganna e veste la realtà di pregiudizi che non sempre corrispondono ai fatti.
clienti che si presentano alla sua porta sono sì persone bisognose ed in astinenza e Matteo è
il loro pusher, ma quelle che lui spaccia sono emozioni! Qualcuno, privo di empatia, cerca di
abbandonarsi al dolore, qualcun altro invoca l’autostima, altri sono bisognosi di perdono,
altri di coraggio, altri ancora di bontà, perché crescere ed imparare è difficile, migliorarsi una
necessità, sopravvivere un bisogno naturale ma vivere… è una scelta.

Note di regia

L’ispirazione per raccontare questa storia mi è venuta proprio da un’intervista del filosofo
Galimberti che parlava di analfabetismo affettivo. Mi sono spesso interrogata
sull’importanza di un’educazione sentimentale per creare dei ponti di comunicazione tra sé
stessi e gli altri e quanto sia necessario seminare questi germogli fin da piccoli. Viviamo
oramai in una realtà deformata, in cui tutto è possibile, lecito, raggiungibile. La felicità si
rincorre nel consumismo, la tristezza e la solitudine si mascherano attraverso un emoji e
ogni sogno o ambizione è a portata di un clic. In questa Babele dove non si muore più,
impera però un grande vuoto che vede i nostri giovani galleggiare in superficie alla ricerca
di una terra ferma in cui poter sostare, demolire e costruire daccapo e meglio. Affrontare il
tema dell’analfabetismo affettivo è un modo per porre l’attenzione sull’importanza
dell’ascolto e interrogarsi se può esserci futuro senza emozione.

.

Dettagli

Time: 20′ 

Genere: Drama

Anno: 2022

Lingua: ITA – Sottotitoli ENG

Colore – Stereo

Paese di produzione: Italy

Cast Artistico

ROBERTA LOGGIA, MATTEO BONUCCELLI, MASSIMILIANO CORTESI, ANNA CIOTTI, DANIELE LAROSA, GIULIANA SALES, BENEDETTA IANNAZZONE, GIORGIA VEROLI, DELIA FIORDILINO, DANILO MERAFINA

Cast Tecnico

  • Regia di SIDDHARTA PRESTINARI
  • story by SIDDHARTA PRESTINARI
  • segretaria di dizione: NEGAR RAD
  • Produzione: STUDIO EMME 
  • prodotto da SERGIO & SARA MARTINELLI, OTTAVIO MURA
  • direttore di fotografia: ROBERTO RATTI
  • makup artist: CATERINA CONTI
  • Presa diretta: ANTONIO DARDO
  • post produzione: ROBERTO RATTI, ANAIS PAIN
  • audio e mix: ANTONIO DARDO
  • location manager: ELEONORA DI FORTUNATO